I cani hanno sempre mangiato ossa?

I cani hanno sempre mangiato ossa?

Il veterinario a Piacenza: Ossa si, ossa no. I cani hanno sempre mangiato ossa?

Un percorso guidato presso la clinica veterinaria

Se avete domande rivolgetevi presso il nuovo ambulatorio veterinario

Questa è una bella domanda: si possono dare le ossa al cane?

Ogni veterinario, nutrizionista o no, se lo sente chiedere e di solito ogni veterinario risponde di no. Ma allora perché il cane è sempre associato all’osso?

Design a parte, come veterinario a Piacenza, spesso si dice di non dare ossa al cane perché ad ognuno di noi è capitato almeno una volta di dover operare un cane per liberarlo da un osso bloccato in intestino. Memorabile fu un luglio del 2009 battezzato “il mese della costina” in cui avevamo fatto operazioni quasi solo per corpi estranei ossei nell’intestino.

Ma allora perché si è arrivati a pensare che al cane si possano dare ossa?

Non serve essere veterinario nutrizionista per affermare che al cane piace la carne, oltre che ad averne bisogno, per cui è goloso di ossa perché hanno sapore di carne, ma tra la carne ed un osso sceglierebbe la carne.

C’è inoltre il discorso della masticazione. Il cane ha necessità di rosicchiare, masticare, perché è un‘attività per lui rilassante come potrebbe essere per noi leggere un libro.

Quindi l’osso è un mix formidabile per il suo gusto, ma in questo caso non possiamo far scegliere a lui. Dobbiamo aiutarlo a soddisfare i suoi piaceri culinari anche con l’aiuto di un veterinario a Piacenza come me ad esempio se siete vicini. Oltre ad avere lo studio Veterinario a Piacenza posso offrivi consulenze mirate per la corretta alimentazione dei vostri animali. 

Alcuni obbiettano che in natura i cani mangerebbero le ossa. Siete così sicuri?

Riflettiamo un momento insieme. Innanzitutto c’è il discorso della cottura: in natura un cane non troverebbe ossa cotte, quindi escludiamo l’osso della bistecca ai ferri che abbiamo mangiato noi a pranzo.

Secondo punto: un cane o un gatto che cacciano la loro preda e la mangiano, per prima cosa mangiano carne e interiora, non le ossa.

I nostri amici a quattro zampe non sono abili spolpatori e quindi insieme alla carne mangerebbero anche un po’ di ossa, ma sarebbero crude, come abbiamo visto prima, e ricoperte di carne, quindi più morbide rispetto ad un osso secco/asciutto per la cottura e senza carne attorno.

Altro punto: la dimensione. Potrebbe un cane uccidere un maiale? Un bovino?

Quindi le ossa di animali così grossi (costine di maiale, osso della costata ecc) non sono adatte in quanto troppo dure e troppo resistenti per i denti di un cane che ingoierebbe pezzi interi rischiosi per l’intestino.

Nella dieta naturale, come nella BARF, si danno ossa polpose al cane, secondo una procedura a gradienti da ossa più morbide a ossa più resistenti, per insegnare al cane a masticarle e digerirle.

State attenti al “fai da te” perché un cane che mangia solo crocchette o scatolette non è abituato né a masticare nè a digerire cibo che non conosce. Se volete introdurre ossa dovrete farlo nel contesto di un’alimentazione naturale casalinga e seguiti se vorrete da me come veterinario su Piacenza.

Altrimenti, offrite ai vostri cani solamente le classiche ossa di pelle di bufalo, per rispettare il suo bisogno di rosicchiare, e lasciate le altre ossa alla pattumiera.   

Parola di veterinario nutrizionista 🙂

Per consulenze sulla nutrizione dei vostri amici, potete rivolgermi direttamente al mio studio veterinario a Piacenza su appuntamento. Venite a trovarmi appena potete!





Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *